Ensemble Denada | The European Music Agency
ll pianista svedese è considerato uno dei più creativi e indiscutibili capiscuola del moderno pianismo jazz europeo
Bobo Stenson
16253
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-16253,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,vss_responsive_adv,vss_width_768,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.1.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

ENSEMBLE DENADA

Guidato dal trombonista e compositore Helge Sunde, l’ensemble proporrà per la prima volta in Italia la sua Italian Suite, brano in tre movimenti dedicati ad altrettante città del bel paese (Roma, Trieste, Alghero), ed eseguirà in anteprima i brani del nuovo disco Sendesaal, in uscita il prossimo anno per l’etichetta Act di Siegfried Loch.
Anticipata dalla fama di un disco eccellente come Finding Nymo, uscito nel 2009 sempre per la Act di Monaco, l’orchestra torna a esibirsi nella penisola dopo più di sette anni con un nuovo repertorio e un organico ancora più ampio che racchiude alcuni dei maggiori solisti norvegesi, tra cui i fratelli sassofonisti Frode e Atle Nymo. Sedici elementi che mischiano il jazz alla musica popolare, dando vita a un impasto sonoro frutto dell’incontro di fiati, percussioni ed elettronica, strutture compositive tradizionali e improvvisazione radicali. I maggiori media europei, come il Guardian e lo Spiegel, hanno parlato di questo ensemble come di uno dei più interessanti apparsi di recente sulla scena europea e hanno contribuito ad alimentare l’interesse verso la loro musica anche al di fuori dei confini dell’Europa continentale.
Tra la Denada e l’Italia il legame è da sempre stato molto forte; nel corso del suo ultimo tour nel nostro paese, Helge Sunde – musicista con oltre venticinque anni di carriera alle spalle – ha composto la ”Italian Suite”, inserita nell’acclamato album “Finding Nymo”.