Lionel Loueke | The European Music Agency
The European Music Agency works on a national, European and worldwide level with many leading and influential figures on the jazz scene. We are headed by a dynamic and experienced team which is involved in every aspect of production, booking and publicity for all its contracted artist.
jazz, jazz scene, music agency, jazz artist
16467
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-16467,bridge-core-1.0.6,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,qode-title-hidden,vss_responsive_adv,vss_width_768,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-18.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

LIONEL LOUEKE

Salutato come “il virtuoso dolce” da Jon Pareles del New York Times, Loueke è un musicista capace di complessità armonica, freschezza melodica, profonda conoscenza delle forme popolari africani con una tecnica chitarristica non convenzionale ma capace di creare un suono caldo e suggestiva.

Da poco il chitarrista beninese ha presentato il suo ultimo lavoro edito dalla Blue Note / Universal “Gaïa”. Per questo lavoro Loueke ha riunito il suo trio storico con il bassista Massimo Biolcati e il batterista Ferenc Nemeth per una live session prodotta dal vincitore del Grammy e presidente Blue Note, Don Was.
Un album registrato dal vivo al Sear Sound di New York con un ristretta cerchia di persone presenti come pubblico.”Ho sempre voluto registrare questo trio dal vivo”, dice Loueke “Eravamo tutti nella stessa stanza con un piccolo pubblico, non usavamo cuffie, non abbiamo fatto sovraincisioni, il suono è stato catturato in maniera più naturale possibile. È stato un evento molto speciale”.
Le capacità compositive di Loueke sono evidenti nella costruzione di questi 11 brani originali presenti nel disco e le prestazioni del trio sono straordinarie, una testimonianza unica di un dialogo che questi tre musicisti hanno sviluppato a partire dal loro primo incontro alla Berklee College of Music alla fine del 1990. “Penso che questo sia un trio molto particolare, per molti versi unico “, dice un Loueke. “Ho scritto per questo trio moltissima musica e sono in grado di gestire ogni sfida metrica con loro”

Il dialogo musicale su “Gaïa” è inspirato alla Terra e l’effetto che l’uomo ha su di essa, un messaggio urgente in un momento in cui i segnali di pericolo che derivano dal riscaldamento globale sono diventati innegabili. Nella mitologia greca, Gaïa è la personificazione della Terra, la dea madre che creò il pianeta e l’intero universo. “Lei sarebbe arrabbiata”, afferma senza mezzi termini Loueke. “Non ci siamo preso cura del suo bambino.”

Oltre agli album a suo nome ha inciso con: Harbie Hancock, Terence Blanchard, Jack DeJohnette, Charlie Haden, Kenny Barron, Gonzalo Rubalcaba, Joe Lovano, Esperanza Spalding, Gretchen Parlato, Kendrick Scott e tanti altri.